La didattica sarà suddivisa tra lezioni frontali e laboratori dove gli studenti metteranno in pratica le materie apprese.
Le lezioni teoriche saranno sempre accompagnate da una parte laboratoriale in cui verrà consegnato un compito dapprima a ciascuno studente e poi col proseguire della didattica, a dei dei piccoli team BIM che verranno formati. In entrambi i casi verrà consegnato il compito di modellare un edificio, più semplice all'inizio e più complesso per il lavoro in team. Questi modelli proseguiranno la propria vita modulo dopo modulo e corso dopo corso venendo integrati tra le varie discipline, affinati, controllati e arricchiti di informazioni lungo tutto il percorso di master. Con questa metodologia didattica si otterrà il duplice scopo di toccare con mano tutti i punti di un processo BIM e di ottenere un portfolio valido con cui presentarsi al colloquio di lavoro.

Questa è la suddivione dei corsi proposti:

1. Applicativi BIM: Architettura, strutture, impianti

Corsi di modellazione informativa specifici per l’architettura, le strutture e gli impianti con metodologia BIM (3D). Dalle basi della modellazione digitale, disciplina per disciplina, passando per la creazione di oggetti parametrici e arricchendo i modelli di informazioni specifiche, l’obiettivo di questo modulo sarà di restituire un progetto integrato che sarà poi sviluppato ulteriormente nel workshop finale e diventerà parte del portfolio personale degli studenti.
Software di riferimento: Autodesk Revit, Nemetcheck AllPlan, Trimble Tekla, Autodesk Dynamo, Grasshopper.

2. Analisi dei modelli e interoperabilità

In questo modulo vengono studiati gli strumenti più adatti al controllo del modello, alla pianificazione temporale (4D) basata sui modelli BIM creati nel modulo precedente e al controllo dei costi (5D). Si tratteranno i temi dell’Open BIM/IFC dell’interoperabilità, della gestione del cantiere, e delle basi di estimo per la creazione di computi metrici.
Software di riferimento: Digicorp Mosaico, Graphisoft Archicad, TeamSystem STR, Autodesk Navisworks, Solibri, Autodesk Dynamo, Autodesk Revit.

3. Legal BIM e normative

Si affronteranno i temi legati alla normativa di settore, dal codice degli appalti alle norme UNI 11337 che definiscono i confini legali di operatività in un processo BIM

4. Project BIM Management

Gestione di progetti, pianificazione e controllo, metodi e procedure, strumenti di coordinamento e condivisione. Si affronteranno i temi della progettazione integrata e i concetti legati alla gestione e condivisione di file. Si parlerà di lavoro in team e coordinamento del gruppo di lavoro e di sicurezza informatica.

5. Gestione del costruito

Dalle basi del rilievo geometrico alla strumentazione laser scanner per l’ottenimento di basi di dati certi. Si tratterano argomenti riguardanti la gestione del ciclo vita di un edificio (6D) considerando che grazie a questi strumenti è possibile pensare a un'opera nella sua globalità, dal progetto alla sua operatività. Nei laboratori si tratterà l’elaborazione di modelli digitali derivanti dal progetto BIM o da rilievi del costruito. Si parlerà inoltre di domotica avanzata e sistemi di Building Management (BMS)
Software di riferimento: CloudCompare, Autodesk Revit.

6. Strumenti digitali di comunicazione

In questo modulo si approfondiranno tematiche riguardo la fruizione multimediale dei contenuti BIM, la realtà virtuale, la realtà aumentata e la stampa 3D, come strumenti di comunicazione.
Software di riferimento: Blender, Autodesk 3ds Max


Per una descrizione più estesa leggi questo articolo

Tutti i moduli del master!